Quando il Sud dovrà chiamare il «118»

Lascia un Commento Inserito da Lino Patruno

Bisognerebbe denunciarli per abuso della credulità popolare. E mettere in guardia i meridionali dai discorsi tipo: dovete rimboccarvi le maniche, il vostro futuro è nelle vostre mani, non c’è alternativa a fare da soli. Specie quando a dirlo sono stessi meridionali benpensanti o prezzolati. Bisognerebbe sfidare a duello (dialettico) quelli che dicono che il Sud si risolleverà quando avrà dirigenti all’altezza, che deve rimproverarsi le sue colpe, che occorre finirla di aspettarsi tutto dagli altri. Bisognerebbe rinviare a giudizio per falso ideologico quelli che esaltano i giovani del Sud come l’autentica risorsa su cui puntare. E bisognerebbe dire di tornare alla prossima sessione di esami in economia turistica del Sud.